Decoratore d’interni e interior designer, le differenze

Quando si considera un aiuto per una ristrutturazione di una casa, è naturale confondersi tra designer e decoratori. Certamente interior design e decorazione d’interni suonano come termini intercambiabili per lo stesso lavoro – e in effetti, esistono alcune sovrapposizioni: entrambi riguardano l’interno di una proprietà, rendendola uno spazio attraente, funzionale e abitabile.

Tuttavia, ci sono distinzioni significative tra i due. In poche parole, gli interior designer generalmente si occupano di questioni strutturali; decoratori con quelli stilistici. Ma le designazioni e i doveri possono diventare deboli quando si tratta di case. Molti interior designer offrono servizi di decorazione e molti decoratori d’interni considerano ciò che fanno “design”.

Sapere quali sono le differenze tra interior designer e decoratori d’interni e capire quando dovresti assumerne uno rispetto all’altro può farti risparmiare denaro, tempo e dolore e migliorare le tue probabilità di un progetto domestico di successo.

Chi è un designer d’interni?

Un interior designer è un professionista formato nella creazione di stanze e aree armoniose e utilizzabili all’interno di un edificio: l’architetto dei suoi interni, per così dire. Il Bureau of Labor Statistics (BLS) definisce gli interior designer come coloro che “rendono gli spazi interni funzionali, sicuri e belli determinando i requisiti di spazio e selezionando oggetti essenziali e decorativi”.

Gli interior designer adottano un approccio strutturale completo a uno spazio. Sono addestrati a lavorare con le cose che vedi – la forma, le dimensioni e la disposizione delle stanze – ma anche con le cose che non vedi, come il posizionamento di HVAC , impianti idraulici , elettrici e altri sistemi funzionali e le loro apparecchiature e infissi.

Gli interior designer lavorano spesso al fianco di architetti e appaltatori generali su nuove costruzioni. Molti sono anche specializzati in una nicchia specifica, come edifici per uffici, ospitalità, spazi verdi o residenze.

Chi è un decoratore d’interni?

I decoratori d’interni sono più simili agli stilisti di casa. Arredano e adornano aree e spazi, ma non sono qualificati per costruirli o progettarli o apportarvi modifiche strutturali. Questo non vuol dire che non possano trasformare una stanza, usando la loro esperienza in:

  • Selezione, posizionamento e disposizione dei mobili
  • Selezione di vernici , sfondi
  • Trattamenti per le finestre
  • Acquisto di accenti decorativi
  • Uso generale e combinazioni di colori in tutto lo spazio

Non è richiesta alcuna certificazione, esame o istruzione formale specifica per diventare un decoratore d’interni; è un campo associato all’apprendimento e all’esperienza sul lavoro, anche se ovviamente alcuni decoratori potrebbero aver studiato arte, architettura o design.

I decoratori hanno le proprie aziende o possono essere affiliati a un rivenditore di mobili o elettrodomestici. Spesso ordinano o acquistano direttamente gli articoli per te e aiutano a installarli o sistemarli nella stanza.

Differenze chiave: interior designer e decoratori

Quindi quali sono le differenze principali tra un interior designer e un arredatore d’interni?

Gli interior designer in genere hanno più formazione accademica e istruzione formale rispetto ai decoratori. Molti hanno una laurea (BFA o BS) in interior design o in un campo correlato. Al contrario, non esiste una laurea in decoratore d’interni; la maggior parte dei praticanti impara il proprio mestiere sul lavoro.

Poi c’è il prezzo che paghi per i loro servizi. Sia i designer che i decoratori addebitano in vari modi, oraria, una tariffa fissa per progetto o una percentuale basata sul costo totale degli articoli e dei servizi acquistati o, talvolta, una combinazione (come una tariffa oraria o fissa per la consulenza, quindi un commissione sugli acquisti). In ogni caso, le tariffe per l’interior design tendono a essere più alte delle commissioni per la decorazione d’interni, semplicemente perché il livello di istruzione e le credenziali in cui un designer di interni deve investire.

Date queste differenze, perché persiste la confusione tra interior designer e decoratori? In parte perché alcuni interior designer non solo concepiscono uno spazio, lo arredano anche. Ma più spesso è perché molti decoratori d’interni si designano con il soprannome di “designer” dal suono più prestigioso o offrono “servizi di design”, anche quando quello che fanno principalmente è arredare. Mentre alcuni stati regolano quali professionisti possono definirsi “designer di interni”, i mandati si applicano solo a coloro che lavorano su edifici commerciali. I servizi di design/decorazione non sono regolamentati per i progetti residenziali: quando si tratta di interni di casa, chiunque può chiamarsi in qualsiasi modo.

Caso in questione: i popolari servizi di interior design online che funzionano virtualmente con i clienti, tramite foto delle stanze caricate, rendering di software e consulenze informatiche. Nonostante il nome, questi servizi offrono principalmente idee di arredo e suggerimenti d’arredo; non rimodellano gli spazi. Alcuni non funzioneranno nemmeno su nuove build o spazi grezzi.

Ho bisogno di un designer o di un decoratore?

La scelta tra un designer d’interni o un decoratore dipende dalla portata del tuo progetto di design e dal tuo budget. Un interior designer può gestire qualsiasi tipo di progetto indipendentemente dalla complessità, compresi i miglioramenti strutturali e funzionali. Sono ideali per una nuova costruzione, un’aggiunta o un’ampia ristrutturazione poiché il progettista può anche lavorare con (e supervisionare) gli appaltatori.

Un decoratore d’interni entra quando la stanza è una realtà ed è più limitato all’aspetto estetico di un lavoro, concentrandosi sull’arredamento, sul flusso della stanza, sulla selezione dei colori e sugli accenti domestici. Sebbene il decoratore lavori su una scala meno ampia rispetto a un designer, i loro servizi potrebbero essere più che adeguati, soprattutto se ciò di cui hai praticamente bisogno è un compagno di shopping per scambiare idee e trovare il mobile perfetto.

Scegliere il professionista

Non sei sicuro di cosa sia capace il professionista di fronte a te? Prova a cercare quelle varie iniziali dopo i loro nomi: le credenziali che sono il segno degli interior designer diplomati e certificati. Un decoratore probabilmente non avrà queste affiliazioni, non importa come si chiami la sua azienda.

E chiedi loro esattamente cosa fanno e cosa hanno fatto sui progetti precedenti che stanno mostrando nei loro portfolio. Funzionano con un nuovo spazio? Possono aiutarti a cambiare l’ingombro o la funzione di una stanza? Ti aiuteranno davvero a procurarti mobili e infissi? Supervisionare appaltatori o installatori?

Informazioni su Alessia D'Anna
Giurista, amante della scrittura, alla continua ricerca di stimoli e di nuovi argomenti da approfondire