Come realizzare una Cabina Armadio

La Cabina Armadio è un desiderio di molti e parecchio di moda in questo periodo. Si tratta di uno spazio in cui collocare cassettiere, ripiani e appendiabiti al di fuori della vista di chi entra nella zona notte. Realizzarla non è cosa molto complicata e abbastanza economica. Come realizzarla?

Perché realizzare una Cabina Armadio

Nella zona notte, nella camera da letto, si trovano diversi mobili funzionali a mantenere in ordine indumenti personali, abiti, abbigliamento intimo, coperte, lenzuola, scarpe.

Tutto questo richiede armadi, cassettiere, scarpiere che esteticamente chiudono parecchio visivamente la stanza. Una cabina armadio consente un più razionale e pratico utilizzo degli spazi, anche sfruttando al massimo la verticalità come non si potrebbe nella stanza senza di fatto deturparla nella sua estetica.

La cabina armadio permette, quindi, di togliere dalla stanza tutti questi elementi d’arredo razionalizzando la sistemazione di tutto ciò che sarebbe in essi contenuto.

La camera da letto assume quindi un aspetto decisamente più lineare, sobrio, ordinato. Altro vantaggio indiscutibile è l’assenza dell’armadio nella camera, un elemento d’arredo importante ma anche assolutamente ingombrante.

La realizzazione della cabina armadio può trovare applicazione anche in ambienti non enormi, a patto che si possa disporre di uno spazio di almeno due metri quadri da dedicare a questa nuova realizzazione.

Come realizzare la Cabina Armadio

Il materiale fondamentale per realizzare una Cabina Armadio è il Cartongesso. Facile da lavorare e da posare, il cartongesso richiede soltanto la posa di sostegni che possono essere costituiti da listelli di legno o da profilati metallici specifici per questo genere di lavoro.

Il Cartongesso ha anche il vantaggio di essere facilmente pitturabile o rivestibile con carta da parati. Per la realizzazione si parte dalla progettazione, prevedendo una apertura per la porta di accesso che, negli ambienti piccoli, si consiglia essere del tipo scorrevole.

Fatto il progetto, si deve costruire il sostegno per i pannelli di Cartongesso che si presentano generalmente in pannelli da 120×200 cm. Costruita la struttura di sostegno è un gioco da ragazzi fissare i pannelli, normalmente di spessore 2,5 cm, su entrambi i lati del sostegno.

Fatto ciò, si passa alla porta e si rifinisce il tutto  mascherando i punti di giunzione tra i pannelli e tra questi e soffitto e pareti. Ultimo atto strutturale è la verniciatura. Puoi usare comuni pitture oppure quelle di tipo fotocatalitico, capaci di eliminare smog, odori, virus e batteri.

Come organizzare l’interno della Cabina Armadio

Ora che hai realizzato la tua Cabina Armadio, occorre strutturare l’interno. Servono assolutamente dei ripiani su cui poggiare diversi capi di abbigliamento ma non tutto può essere lasciato così sistemato.

Importante anche procurare diverse cassettiere soprattutto per tutto l’abbigliamento meno ingombrante come l’intimo, magliette eccetera. Su diversi ripiani potranno essere anche sistemati i capi di biancheria da letto e le coperte.

Necessario prevedere anche spazi dove appendere gli abiti che non possono essere riposti diversamente, giacche, piumini, giubbotti e abiti che devono trovare posto appesi.

Per semplificare il lavoro puoi anche sostituire gli spazi appendiabiti con degli stender, economici ed estremamente pratici. In ogni caso, è importante fare di tutto per evitare formazioni di muffe.

A questo scopo puoi posizionare in apposite aperture degli aspiratori che garantiscono un adeguato ricambio d’aria.

Nella Cabina Armadio è necessario anche prevedere una corretta illuminazione che ti raccomandiamo di scegliere tra le soluzioni a LED, che consentono un risparmio energetico e in seconda analisi una maggiore tutela dell’ambiente.

Un consiglio in più è quello di prevedere un’utilissima specchiera e anche installare una lampada ad ultravioletti che contrasta batteri e virus, rendendo certo più sano l’ambiente e quindi anche la biancheria e gli indumenti personali.