Cosa fare per gestire bene spazi piccoli

Ci sono una serie di motivi per cui potresti voler trasferirti in una casa più piccola: forse i tuoi figli sono cresciuti e non hai più bisogno di tutto lo spazio che avevi una volta. Forse stai cercando qualcosa a bassa manutenzione, con meno camere da letto e bagni da pulire. Per alcuni, la pensione spinge il desiderio di ridimensionarsi: ora che vivi con un reddito fisso, forse vorresti spendere meno per le spese di alloggio in modo da poter risparmiare per le vacanze e gli hobby. O forse hai deciso di tramandare una casa di famiglia alla generazione successiva, scegliendo di trasferirti in una proprietà più piccola e più gestibile nelle vicinanze. Qualunque sia la ragione per cui scegli di ridimensionare, questo processo può essere sia eccitante che snervante. Anche se lasciare la tua casa può essere triste, un nuovo inizio fa sempre sentire bene.

Per sfruttare al meglio questo nuovo inizio, è importante fare il punto su ciò che hai attualmente e decidere cosa dovrebbe muoversi con te – dopotutto, quando stai ridimensionando, l’ultima cosa che vuoi fare è ingombrare il tuo spazio più piccolo con troppe cose e mobili di grandi dimensioni. Se il tuo obiettivo è rendere la tua nuova casa un rifugio confortevole e tranquillo , la nostra guida al ridimensionamento ti aiuterà a semplificare il processo di trasloco.

Abbattere il processo di ridimensionamento

Dal momento che ridimensionare in uno spazio più piccolo può sembrare scoraggiante, è necessario concedersi un sacco di tempo per filtrare ciò che è nella tua casa attuale . Un mese è la regola empirica standard per lavorare a fondo i tuoi spazi. Si consiglia di suddividere il processo in blocchi o addirittura di consultare un servizioper mettere tutto insieme. “Incoraggio le persone a iniziare prima con gli spazi più facili, come l’ingresso principale e l’armadio degli abiti della tua casa, e lentamente verso le aree più difficili, come il garage e gli spazi di stoccaggio. Aiuta anche iniziare con spazi altamente visibili, come l’ingresso, perché sperimenterai i vantaggi del decluttering e dell’organizzazione su base giornaliera, e questo ti motiverà a lavorare sul resto della casa.”

Per rendere questo processo ancora più semplice, prendi in considerazione l’idea di mettere note adesive su una bacheca per tenere traccia visivamente dei tuoi piani e dei tuoi progressi. “Puoi anche usarlo per delegare il lavoro a membri della famiglia inattivi! Sii orgoglioso quando sposti una nota adesiva dalla colonna ‘fare’ alla colonna ‘fatto’ con una piccola celebrazione della vittoria. Lavora dall’alto verso il basso, da sinistra a destra.”

Valuta i tuoi ricordi

Mentre esamini i tuoi armadietti e cassetti, ti imbatterai inevitabilmente in cimeli significativi degli anni passati. Blue suggerisce di pensare a cosa significano veramente per te prima di andare avanti con la tua organizzazione. “Se qualcosa ti colpisce davvero, scatta una foto e condividila con una persona cara per iniziare una conversazione”. “Poniti alcune semplici domande: ‘Quando è stata l’ultima volta che l’ho usato? Quanto spesso lo uso?’” Da lì, puoi decidere meglio se vuoi tenere o regalare gli oggetti. Inoltre, il decluttering renderà questo processo ancora più semplice. “Quando c’è troppa confusione, è difficile persino notare ciò che è speciale e prezioso per noi. Mantenere i pezzi più preziosi ci consentirà di apprezzare quei pezzi.”

Vendi solo oggetti di valore

Forse l’errore più grande che le persone commettono durante il decluttering è che cercano di vendere gli oggetti che non vogliono più. “Questo richiede molto tempo e ti demotiva rapidamente dal riordinare il resto della tua casa. Il consiglio è di provare a vendere solo articoli di alto valore che hanno molte probabilità di vendere”. Per altri oggetti che hai in buone condizioni, suggerisce di donare a chi ne ha bisogno. Se hai bisogno di una mano per vendere oggetti usati con delicatezza, i mercati online, come Facebook Marketplace, sono efficaci fintanto che valuti gli articoli al loro valore. Altrimenti, prendi in considerazione servizi, come Blue Moon, che funzionano su commissione e vendi i tuoi articoli entro una settimana.

Mantieni organizzato il tuo nuovo spazio con l’archiviazione multiuso

Si dice di evitare di sistemare mobili ingombranti (pensa: grandi set per la sala da pranzo, ampie scaffalature, ingombranti set per la camera da letto o un set di divani a tre pezzi) nella tua nuova casa. “Invece, prova a trovare mobili di dimensioni condominiali in negozi come  IKEA  e CB2 “, dice. Continua optando per mobili ancora più in stile loft o divani e letti che hanno cassetti extra o spazio di archiviazione alla base per conservare oggetti essenziali utili, come le coperte. “Sfrutta lo spazio verticale con scaffali e armadi alti e stretti. Usa lo spazio dietro le porte con gli organizzatori per riporre oggetti come l’asse da stiro, la carta da regalo, i prodotti per la pulizia e le scarpe.”

Decorare con intenzione

Per quanto sia importante che tutto si adatti perfettamente, non dimenticare un fattore vitale: trasforma la tua nuova casa in una casa. “Salva le vecchie immagini che sono state conservate e dai loro nuova vita sulle tue pareti. Fai delle foto della tua casa o della tua città e mettile su una parete ben visibile nel tuo nuovo spazio.” Mantieni gli accenti significativi decorando con oggetti che possono innescare conversazioni quando arrivano gli ospiti e ristruttura un pezzo della tua vecchia casa che potrebbe essere stato precedentemente inutilizzato.

Informazioni su Alessia D'Anna
Giurista, amante della scrittura, alla continua ricerca di stimoli e di nuovi argomenti da approfondire