Comprare casa o vivere in affitto? Consigli e suggerimenti

Hai mai pensato a quanto tempo intendi vivere nella tua attuale residenza? Ad un certo punto diventa necessario esaminare la tua capacità di gestire tutti i pagamenti mensili associati alla proprietà e le località che potrebbero offrire un valore migliore.

All’inizio dell’estate del 2020, abbiamo dovuto fare i conti col fatto che come l’incertezza della pandemia COVID-19 abbia spinto alcuni acquirenti di case a rivedere la loro decisione di entrare nel mercato immobiliare. Dopo una tranquilla stagione primaverile, c’è stata una ripresa della domanda di alloggi nei mercati di tutto il paese, con vendite record per giugno e luglio . Mentre lentamente torna a muoversi il mercato immobiliare, una delle domande più grandi per i potenziali acquirenti per la prima volta con una mossa imminente rimane: devo continuare ad affittare o devo fare il salto nella proprietà della casa?

La risposta a questa domanda è, forse non sorprende, che dipende dalle circostanze. La decisione di trasferirsi è spesso allo stesso modo uno stile di vita e una decisione finanziaria, e varia per ognuno di noi in base alle nostre esigenze e preferenze. Ecco le considerazioni chiave da tenere a mente quando decidi di acquistare o affittare, insieme ad alcuni esempi concreti su come approssimare e confrontare i tuoi costi finanziari in ogni scenario.

Qual è il tuo orizzonte temporale?

Mentre pianifichi il tuo trasloco, è importante chiederti per quanto tempo intendi vivere nella tua nuova casa. L’orizzonte temporale del tuo soggiorno in quella proprietà è uno dei fattori chiave che dovrebbe influenzare se scegli di acquistare o affittare.

La regola generale è che più a lungo prevedi di vivere in casa, più favorevole diventa la decisione di acquistare. Il patrimonio immobiliare è un investimento a lungo termine e ci sono costi reali associati all’acquisto e alla vendita di un immobile a breve termine.

Sebbene il mercato immobiliare canadese nel suo complesso abbia registrato una serie decennale di apprezzamento positivo, le migliaia di dollari in costi di transazione come le tasse sul trasferimento di terreni, i costi di trasloco e le spese legali e professionali immobiliari mangeranno qualsiasi apprezzamento e potrebbero non giustificare l’investimento finanziario previsto nel breve periodo, anche nelle condizioni di mercato più positive.

Se prevedi di vivere nella stessa casa per meno di tre anni, probabilmente è meglio affittare ed evitare di fare quello che equivale a un investimento speculativo. Se hai intenzione di vivere in casa per almeno cinque anni, la decisione di acquistare è probabilmente migliore. Se prevedi di dover trasferirti di nuovo entro i prossimi tre o cinque anni, potrebbe essere una buona idea dare un’occhiata agli aspetti finanziari più ampi del possesso e della gestione di una casa, in quanto si applicano alle tue circostanze personali prima di andare avanti.

Ma come determini per quanto tempo vivrai nella tua nuova casa? La tua decisione dovrebbe essere guidata dalle tue esigenze di stile di vita, sia oggi che in futuro. Ad esempio, la proprietà in cui ti trasferisci sarà in grado di accogliere un’espansione o una contrazione della tua famiglia? Vivi in ​​un quartiere con buone scuole e, in caso contrario, sarà importante per te in futuro? Ti aspetti cambiamenti al tuo tragitto giornaliero?

L’obiettivo è scegliere una proprietà e una posizione che tengano conto del maggior numero di fattori possibile, in modo da poter limitare il numero di volte in cui è necessario traslocare, ridurre al minimo il tasso di abbandono finanziario associato al trasloco e massimizzare il ritorno sull’investimento se si sceglie di acquistare.

Dai un’occhiata più da vicino al tuo quadro finanziario

Oltre ad avere un acconto, è importante che i potenziali acquirenti tengano conto di altri due aspetti finanziari della proprietà della casa: i costi mensili di gestione della proprietà di una casa e, come ho sottolineato sopra, i costi associati alla vendita di quella proprietà in futuro. Quando si tratta di costi di trasporto, ecco alcuni dei principali costi di trasporto di cui i potenziali acquirenti dovrebbero tenere conto:

  • Pagamenti del mutuo
  • Utilità
  • Assicurazione sulla casa
  • Tasse di proprietà

Spese di manutenzione (se si acquista un condominio) e / o riparazioni

Se sei un affittuario che cerca di fare un salto nella proprietà della casa, alcuni dei costi sopra descritti probabilmente aumenteranno i tuoi costi mensili di alloggio e intacceranno il tuo reddito disponibile. Detto questo, con i tassi di interesse ai minimi storici, il pagamento del capitale del mutuo rappresenterà probabilmente più della metà di questi pagamenti mensili e puoi pensare a quella parte come a risparmi forzati e contributi per costruire il tuo patrimonio netto.

La linea di fondo
Sebbene abbia evidenziato esempi molto specifici sopra, lo stesso approccio generale può essere applicato alla tua ricerca e adattato a seconda che tu stia acquistando una proprietà di proprietà o un condominio.

Alla fine della giornata, non c’è un proiettile d’argento che posso condividere per aiutarti a prendere la decisione che è meglio per te. Ci sono vantaggi sia per l’acquisto che per l’affitto e, in definitiva, la scelta deve essere attentamente ponderata e considerata, tenendo in primo piano le esigenze di stile di vita e il quadro finanziario. Tuttavia, un piccolo sforzo e ricerca possono fare molto per aiutare i potenziali acquirenti di casa a trovare chiarezza mentre ti prepari per fare la tua prossima mossa.

Informazioni su Alessia D'Anna
Giurista, amante della scrittura, alla continua ricerca di stimoli e di nuovi argomenti da approfondire