Come scegliere un tappeto a casa

I tappeti non sono oggetti che di solito passano inosservati negli ambienti residenziali. Oltre a riscaldare l’ambiente e renderlo più accogliente, se usato correttamente, i tappeti collegano i mobili e danno unità all’arredamento. Ecco alcuni suggerimenti su come dimensionare e scegliere correttamente questo articolo nella tua casa.

Molto diffusi nei soggiorni o nelle sale TV, ma adatti anche a camere da letto, bagni, corridoi e sale da pranzo, i tappeti sono oggetti decorativi che hanno molteplici usi. Allo stesso tempo aiuta a delimitare una stanza senza utilizzare pareti o altre partizioni, può anche riscaldare l’ambiente, soprattutto se utilizzato su pavimenti freddi, offrendo uno strato in più dove le persone possono sedersi e sdraiarsi, sfruttando maggiormente lo spazio dinamico.

Inoltre, è un oggetto decorativo che, coprendo un’area considerevole, può essere utilizzato come strumento per dare identità a quel luogo, sottolineandone la neutralità o distinguendosi come punto focale.

Sono anche importanti per preservare i pavimenti e proteggerli da graffi e graffi. Il suo utilizzo, però, deve essere conforme alla routine e alla dinamica dei residenti, cercando di evitare qualsiasi tipo di incidente dovuto a scivolate e inciampamenti. Ci sono alcuni punti da tenere a mente quando scegli il tuo tappeto:

Dimensionamento

Innanzitutto, è importante capire quale misura dovrebbe essere un tappeto in ogni ambiente. Se, da un lato, il tappeto deve dare unità all’ambiente in cui viene inserito, dall’altro, è importante che riempia lo spazio nel migliore dei modi, considerando i suoi oggetti e anche gli spazi in cui le persone si muoverà. I tappeti, se correttamente dimensionati, danno la sensazione di spazi più ampi e integrati. In questo modo è importante che l’area del tappeto passi sotto alcuni mobili, garantendo questa integrazione.

TV e Soggiorno

In TV e in soggiorno, ad esempio, il tappeto deve partire da sotto il divano, arrivando fino alla cremagliera, e può integrare anche poltrone, pouf e tavolini ad angolo e da centro. Questi sono generalmente tappeti di grandi dimensioni, venduti in dimensioni standard. Per la loro portata, i tappeti da soggiorno sono utilizzati come punto focale dell’ambiente e possono essere stampati o avere colori forti. Se la scelta è un tappeto neutro, dovrebbe bilanciare esteticamente lo spazio, conferendo un’altra consistenza al luogo.

Camere da letto

Nelle camere da letto si può optare per un grande tappeto che attraversa comodini e letto, oppure anche due passerelle laterali. In ogni caso, lo scopo principale del tappeto in camera da letto è quello di segnare la strada per il letto, proteggendo i piedi dal pavimento freddo. In questa stanza può essere più discreto, funzionale, distinguendosi come una nuova texture per lo spazio, ma con neutralità.

Sala da pranzo

Nelle sale da pranzo il tappeto, che solitamente ha la stessa forma del tavolo, aiuta a delimitare lo spazio di questo mobile e la circolazione attorno ad esso. Trattandosi di uno spazio dinamico, con il movimento di persone, cibi e bevande, il tappeto aiuta a proteggere il pavimento da eventuali incidenti e, pertanto, è importante che sia di facile manutenzione e altamente resistente e durevole.

Materiale

Se le dimensioni sono fondamentali nella scelta del tappeto, la sua matericità è altrettanto importante. Realizzati in materiali naturali o sintetici, i tappeti possono essere colorati o neutri, con o senza motivi. Mentre i materiali naturali utilizzano cotone, sisal, lana e iuta, i tappeti sintetici utilizzano polipropilene e poliestere. Questa materialità ha un impatto su tutti i sensi delle persone e definisce la consistenza, l’odore e anche il colore o il motivo. Inoltre, la matericità è direttamente correlata al costo, alla manutenzione, alla resistenza e alla durata di un tappeto.

Sintetico

In generale, i tappeti sintetici, soprattutto a fibra corta, sono i più facili da mantenere e anche i più economici. Inoltre, i materiali sintetici finiscono per consentire motivi, colori e trame più vari.

Naturale

Utilizzando lana, cotone, sisal e iuta, i tappeti naturali sono strettamente legati all’artigianato e alle arti manuali. Sono spesso pezzi delicati e prominenti, il che li rende, in generale, più costosi dei sintetici. Sebbene abbiano limitazioni di manutenzione, questi tappeti hanno anche trame specifiche, che conferiscono complessità alla composizione degli ambienti.Infine, è importante ricordare che non esistono regole rigide per quanto riguarda l’uso dei tappeti. Sono oggetti che si aggiungono all’architettura per svolgere un ruolo funzionale ma anche decorativo. Riflettono l’atmosfera dello spazio, rivelando l’identità dei residenti

Informazioni su Alessia D'Anna
Giurista, amante della scrittura, alla continua ricerca di stimoli e di nuovi argomenti da approfondire