Come scegliere un architetto

Sia che tu stia considerando una ristrutturazione o un ampliamento della tua casa attuale, o la costruzione di una casa completamente nuova, scegliere un professionista che ti aiuti è una delle considerazioni più importanti che entrano in questo progetto. Questo può letteralmente creare o distruggere il tuo progetto – gioco di parole!

I professionisti in un progetto di architettura sono tanti, e cominciano dall’architetto. Pertanto, il rapporto tra te e il tuo architetto è estremamente critico e un clic è essenziale. L’architetto dovrebbe essere qualcuno che capisce, sostiene e nutre la tua visione mentre la eleva con le proprie idee su ciò che potrebbe essere l’ideale per il tuo spazio.

Qui, ciò che conta principalmente è che l’ideologia generale di te e del tuo architetto coincidano, senza che ti impongano le proprie idee. Invece, devono portare un valore aggiunto alla tua idea migliorandola e lavorando con te in armonia per ottenere il miglior risultato possibile dalle tue idee e visioni iniziali.

È importante che la visione complessiva di te e del tuo architetto sia allineata, perché altrimenti tutto ciò che segue, come le procedure di pianificazione e la definizione dei regolamenti edilizi, diventerebbe (inutilmente) complicato. Il processo di selezione del tuo architetto ideale potrebbe richiedere del tempo e un po’ di impegno da parte tua, ma è meno complicato di quanto pensi!

Qui, abbiamo annotato alcuni suggerimenti per aiutarti nella scelta del tuo architetto “perfetto”.

Un clic personale tra te e il tuo architetto

Assicurati che tu e il tuo architetto clicchiate. Controlla il tuo istinto e chiediti se ti fidi che questa persona abbia a cuore il tuo interesse. Non devi avere tutte le stesse idee e visioni per il tuo spazio – in effetti, un buon architetto realizzerà la tua visione, ma un grande architetto sfiderà, arricchirà ed eleverà la tua visione, per renderla ancora migliore, senza mettere avanti la sua visione dei tuoi.

Un clic con il tuo architetto è essenziale poiché questo dà il tono all’intera natura del tuo rapporto di lavoro per tutta la durata del tuo progetto. Potresti incontrarne un paio, avere una conversazione e discutere di cosa hai in mente per il tuo progetto. Guarda quali domande ti fanno, quanto è costruttivo il loro feedback e quanto sono disposti non solo a creare ciò che desideri, ma anche ad aggiungere valore a ciò che vuoi fare.

Flessibilità con le idee, non stilisticamente testarda

Aiuta sempre avere un architetto che comprende la tua cultura e condivide le stesse idee per il tuo spazio futuro. Un architetto disposto a lavorare con te in armonia e ad affrontare i progetti con la volontà di incorporare le tue idee e le tue esigenze sarebbe più adatto di uno che pensa solo ai progetti ideali per lo spazio, indipendentemente da chi sei e dalle tue esigenze specifiche e preferenze.

Lo stile è un’altra grande domanda quando si sceglie un architetto, quindi cerca di trovare un architetto che non sia “testardo di stile”. Molti architetti hanno i loro stili e lavoreranno con quello indipendentemente dalle tue preferenze. Tuttavia, potresti volere un architetto che ti capisce e può creare lo stile perfetto per esprimere la tua personalità, piuttosto che trasformare la tua casa in un interno generico, come quello di una rivista.

Potresti anche chiedere ad alcuni dei precedenti clienti dell’architetto la loro esperienza. Alcuni studi di architettura potrebbero anche avere queste testimonianze presenti sui loro siti Web, questi ti daranno un’idea migliore di come potrebbe essere stato il rapporto tra il cliente e l’architetto.

Onorario dell’architetto

Sebbene sia abbastanza comune per gli architetti calcolare le loro commissioni come percentuale del costo del progetto, non dovresti optare per un modello del genere. Quando gli onorari dell’architetto sono legati ai costi del progetto, gli onorari aumentano con un progetto più costoso. Questo non è in linea con il tuo interesse a mantenere il budget in linea e potrebbe creare un incentivo sbagliato per alcuni architetti.

Un altro modello potrebbe essere quello degli architetti che fanno pagare l’ora e, sebbene ciò vada perfettamente bene per attività specifiche, una tariffa oraria per l’intero progetto è complicata. Da un lato, non puoi sapere quanto veloce o lento sarà il team dell’architetto. D’altra parte, lavorare su base oraria potrebbe non darti una buona idea del totale da aspettarsi, in anticipo.

Invece di un modello percentuale o un modello orario, cerca un architetto i cui compensi sono stimati in base all’ambito del lavoro e alle responsabilità che si assumono durante il progetto. Trova un architetto che possa concordare un importo forfettario all’inizio del progetto, in relazione a un ambito specifico. La tariffa cambia solo se cambia l’ambito. Ciò assicurerebbe che il tuo architetto abbia in mente i tuoi migliori interessi e che i suoi interessi siano allineati con i tuoi.

Qualifiche ed esperienza dell’architetto

Quando provi a selezionare il tuo architetto, fai le tue ricerche sulle diverse qualifiche che hanno. Questo ti aiuterà a capire la portata dei servizi che possono fornire per il tuo progetto. Ciò è particolarmente importante se la tua visione incorpora un focus speciale, come il risparmio energetico, la costruzione pesante o i cambiamenti strutturali.

Assicurati di scegliere architetti (e appaltatori per quella materia) che hanno esperienza nella realizzazione di progetti simili. Ciò garantirebbe che siano consapevoli dei requisiti (come ad esempio i permessi) e dei rischi associati al compito. L’esperienza e le qualifiche pertinenti sono una solida base per garantire che il progetto venga eseguito correttamente e che non si verifichino sorprese in seguito.

Un architetto ben collegato

Avere un architetto ben collegato con appaltatori, subappaltatori, ingegneri e il mercato dei fornitori ripagherà bene il tuo progetto.

Innanzitutto, ciò consentirà all’architetto di trovare rapidamente gli esperti giusti necessari per supportare il tuo progetto. Inoltre, consente loro di essere in grado di ottenere più di un professionista per fare un’offerta per il tuo progetto. Questo ti permetterà di confrontare diverse offerte e ottenere la migliore soluzione qualità/prezzo.

Un altro vantaggio nascosto per un architetto ben collegato sono gli sconti. Un architetto ben collegato sarà in grado di negoziare sconti sostanziali per tuo conto per materiali, finiture e mobili, ad esempio.

Anche se non tutti i fornitori offrono sconti, alcuni lo fanno perché l’architetto è un cliente abituale per loro o perché sperano che l’architetto diventi un cliente abituale. Gli sconti sono una parte normale del settore e se il tuo architetto può procurartene uno o alcuni per te, ogni cosa ti aiuterà a mantenere il budget in linea!

Uno dei passaggi più importanti

La scelta del tuo architetto perfetto è uno dei passaggi più importanti del progetto. Tieni presente che i cinque aspetti sopra elencati sono alcune delle cose fondamentali da considerare quando scegli il tuo architetto. In definitiva, molti fattori concorrono a decidere chi sarà il tuo architetto. Esperienza, qualifiche, posizione, processo, stile di progettazione e costi sono alcuni fattori importanti, ma ciò che è della massima importanza è la connessione che condividete con il vostro architetto.

Prima di iniziare il tuo progetto, assicurati di ricercare bene e considerare tutti questi punti. Sebbene non ci sia un modo per determinare l’architetto giusto per te, speriamo che questi punti sopra ti offrano una prospettiva e un aiuto.

Informazioni su Alessia D'Anna
Giurista, amante della scrittura, alla continua ricerca di stimoli e di nuovi argomenti da approfondire