Come rendere un bagno eco

Mobili bagno sospesi

Come rendere un bagno ecologico? Scegli accessori e mobili di buona qualità in modo da non doverli sostituire così spesso. Cerca di scegliere solo materiali naturali quando pianifichi il tuo bagno: metallo, vetro, pietra, ceramica, porcellana, legno. Usa meno acqua quando fai il bagno. Cerca di passare meno tempo sotto la doccia, cronometra te stesso e usa un’app intelligente per controllare il consumo di acqua o fai una doccia fredda. Sostituisci una tenda da doccia con una porta a vetri. Le tende sono generalmente di plastica, si sporcano rapidamente e probabilmente non sono riciclabili. Una parete doccia in vetro è ecologica, riciclabile e durerà molto più a lungo. Non lasciare il rubinetto aperto quando ti lavi i denti. Un rubinetto aperto consuma fino a nove litri d’acqua al minuto. nvesti in un WC senza brida che utilizzi meno acqua. Usa vernice ecologica sulle pareti in modo che possano respirare per prevenire muffe e funghi.

I lavabi

La maggior parte dei lavabi sono ecologici in quanto di solito sono realizzati in ceramica o pietra, ma i lavelli in cemento sono di tendenza da un po’ e sono popolari perché sono disponibili in colori favolosi e forme fantastiche. Sono costituiti principalmente da ghiaia, sabbia e cemento. La ghiaia e la sabbia sono naturali al 100% e, se miscelate con cemento, il calcestruzzo finito può essere composto fino al 75% da materiali riciclati, quindi hanno livelli di emissione molto bassi.

Aggiungendo al cemento colorato la fibra vegetale naturale e rinnovabilei prodotti sono il 40% più leggeri, resistenti e molto più sostenibili rispetto ai prodotti in calcestruzzo standard. Inoltre generano meno rifiuti e richiedono meno energia rispetto alla normale produzione di calcestruzzo e sono anche meno costosi da spedire, favorendo la loro impronta di carbonio.

Un’idea geniale per ridurre il consumo di acqua è quella di utilizzare un lavandino più piccolo.

WC doccia o wc bidet

Negli ultimi tempi c’è stato molto interesse per i wc doccia o wc bidet, con l’ovvio vantaggio che non c’è bisogno di carta igienica, risparmiando alberi, acqua ed energia nella sua produzione. I WC con doccia possono essere facilmente inseriti in idee di layout di bagni piccoli e offrono funzioni di pulizia personale, asciugatura e un sistema di autopulizia del WC. È quella sensazione di “fresco di doccia” ogni volta. La pulizia con acqua calda è più delicata e più accurata rispetto alla carta igienica e consigliata dai medici in quanto può aiutare a evitare possibili irritazioni della pelle e non c’è carta igienica o salviette che entrano nel sistema fognario che potrebbero causare ostruzioni.

La produzione di carta igienica richiede un’incredibile quantità di acqua e l’effluente della produzione di carta torna invariabilmente nei corsi d’acqua, anche se sul mercato sono presenti molte carte igienica ecologiche, realizzate con bambù, segatura o fibre riciclate.

I WC senza brida sono un’altra opzione, meno costosa, e sono molto più ecologici ed efficienti dal punto di vista energetico rispetto a un design con bordo standard grazie a una tecnica di scarico diretto che utilizza un volume d’acqua inferiore, con l’ulteriore vantaggio che nessun batterio si nasconde sotto il bordo .

Rubinetti eco

Se hai rubinetti difettosi e gocciolanti, non ci vuole molto prima che lo spreco d’acqua si accumuli, quindi assicurati di investire in nuovi rubinetti intelligenti che aiutano a ridurre il consumo di acqua. I rubinetti touchless con sensori a infrarossi erogano acqua solo quando il sensore è attivato e realmente necessario, contribuendo a ridurre il consumo complessivo di acqua.

Mobili da bagno eco

Come con i mobili in altre aree della casa, seleziona mobili da bagno di buona qualità fatti per durare e considera di cosa sono fatti.

Per le carcasse dei nostri mobili utilizziamo solo pannelli realizzati al 100% in legno riciclato. Offre un’eccellente durata e stabilità e ha le più basse emissioni di formaldeide (che è un gas organico presente in natura che viene utilizzato nella produzione di materiali da costruzione). Quindi, alla fine della vita del mobile, puoi riciclarlo. Oppure segui la recente tendenza di posizionare un lavabo su un lavabo o una cassettiera vintage, riutilizzando così un vecchio mobile.’

Un’altra area da considerare nel bagno è la pavimentazione ecologica : ci sono molte opzioni disponibili.

Superficie bagno

E non dimenticare le superfici del bagno. Naturalmente, scegli una vernice ecologica per le pareti e per le unità di vanità, la pietra naturale viene spesso utilizzata in quanto è bella e sostenibile, con il marmo che è il preferito. Ci sono anche molte alternative artificiali come Silestone che è una superficie ibrida composta da una miscela di materiali naturali e riciclati.

Tocchi di finiturs

È molto bello avere un bagno ecologico, ma assicurati di seguirlo.
Pensa a cosa usi in bagno: si dice che una persona media produca oltre 280 libbre di rifiuti di plastica all’anno da prodotti da bagno e di bellezza come dentifricio e shampoo, molti dei quali sono confezionati in plastica. Quindi pensa di tornare al buon vecchio sapone e prova uno del numero crescente di shampoo bar. Passa a uno spazzolino da denti in bambù e un dentifricio naturale e acquista asciugamani prodotti in modo sostenibile, ce ne sono di buoni.

Pensa anche ai tuoi prodotti per la pulizia. La maggior parte parte aziende produce prodotti per la pulizia naturali che sono ecologici, non tossici, privi di plastica, hanno un buon profumo, funzionano bene e ancora meglio, sono realizzati nelle case delle persone per responsabilizzare i disoccupati e altre persone che potrebbero non essere in grado di trovare lavoro nel solito modo.

Informazioni su Alessia D'Anna
Giurista, amante della scrittura, alla continua ricerca di stimoli e di nuovi argomenti da approfondire