Portafoto originali: l’emozione in un ricordo

Per rivivere i ricordi più belli non c’è nulla di meglio della vista di una foto in grado di rappresentare la felicità dei momenti vissuti, per questo Verdelilla Home propone portafoto originali pensati per valorizzare al massimo gli scatti più significativi. Ma come scegliere il portafoto più adatto?

Poiché le emozioni provate sono senz’altro uniche e è importante che per sottolineare l’irripetibilità del momento vissuto si scelga una cornice originale e appropriata.
Non esiste una soluzione unica o giusta, ma quella che più si sente in linea con le sensazioni del ricordo.
Nella scelta occorre seguire:

  • lo stile dell’arredo in cui sarà inserito il portafoto;
  • il tipo di ricordo che dovrà contenere;
  • il gusto personale.

Portafoto: accessorio d’arredo

Il portafoto è a tutti gli effetti un complemento di arredo, per questo è importante sceglierlo in maniera coerente al resto del mobilio. Che sia da parete o da tavolo deve coordinarsi attraverso i colori adatti e con un design che si armonizzi allo stile del luogo. In un ambiente minimal si può scegliere qualcosa con i contorni ridotti al minimo, ma si può anche osare prediligendo forme sinuose proprio allo scopo di rompere il clima di essenzialità e dare massimo risalto allo scatto.
Se invece l’ambiente è molto elegante e formale bisogna adattarsi allo stile prediligendo cornici in materiali pregiati e naturalmente colori perfettamente intonanti. L’emozione risiede anche in un ricordo ma solo se l’ambiente è quello giusto, la foto ha un potente potere evocativo. Guardare un’immagine riporta ai momenti vissuti e alle emozioni che si sono provate in quegli istanti. Per questo motivo è importante che le sensazioni procurate dallo scatto siano adatte all’ambiente in cui si è deciso di posizionare la foto. Una gita goliardica con gli amici merita un portafoto colorato e movimentato, ma non è adatto al clima di un ufficio di rappresentanza dove è necessario offrire un immagine di professionalità ed essere costantemente in uno stato emotivo di concentrazione. In un caso del genere sarà allora da preferire la foto di un traguardo accademico e incorniciata in un portafoto formale elegante tenendo presente che la raffinatezza non esclude l’originalità.

Portafoto da tavolo o portafoto da parete

La differenza tra i due tipi di portafoto è tecnicamente ovvia. Se in un caso lo scatto acquisisce una posizione statica, con la soluzione da tavolo sarà possibile spostare la foto in funzione delle esigenze e dei desideri del momento.
In entrambi i casi valgono le raccomandazioni esposte. Occhio allo stile, alla capacità del portafoto di integrarsi all’ambiente circostanze e all’opportunità di esporre uno specifico scatto al pubblico.
Per quanto riguarda invece la collocazione del portafoto se si è deciso di esporre l’immagine per poter vivere in ogni momento l’emozione in un ricordo sarà utile posizionarlo in un luogo in cui basterà uno sguardo per vedere al meglio la foto. Se invece si è scelto di esporre lo scatto per motivi di rappresentanza la collocazione migliore è quella da cui la vedranno gli ospiti.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*