Contenitori insoliti da giardino: come riciclare vecchi oggetti

Una buona aiuola o delle piante perfette offrono una struttura formidabile in un giardino. Le siepi alte, ad esempio, sono perfette per la privacy e per tutelare lo spazio all’aperto da occhi indiscreti. Mentre quelle più piccole possono essere utilizzate per definire i confini, creare stanze da giardino separate e creare forme interessanti all’interno di un giardino. Il tutto magari servendosi di contenitori per piante. E se questi ultimi fossero stravaganti e insoliti? Se ci potessimo liberare dei classici involucri?

Quando si progetta un giardino, le piante spaziali occupano un terzo della loro larghezza naturale – ad esempio, se una pianta cresce naturalmente fino a tre metri di larghezza, per cui devono essere distanziate di un metro. Quando scegliamo le piante e i contenitori in cui vogliamo conservarle, dobbiamo dunque pensare al livello di sole che riceveranno sulla faccia della siepe che guardi. Se non riceve tutto il sole tutto il giorno, dovremo cambiare rotta e quantomeno scegliere una pianta che prospera in semi-ombra.

La scelta dei contenitori

È giunto quindi il momento di dare un calcio al vecchio contenitore da giardinaggio e cambiare decisamente area. Bisogna insomma provare ad usare quegli stravaganti contenitori insoliti. Finché abbiamo fori di drenaggio e il nostro intento è quello di trattenere il terreno, si può effettivamente usare un qualsiasi oggetto per un contenitore per piantare.

Ce ne sono molte di idee insolite proposte sul web, che addirittura sono state raccolte in un Libro e che cambieranno completamente il modo di concepire il nostro giardino. Perché OK che ogni ambiente ha la sua regola di design, ma diciamo la verità: un giardino è bello e incantato proprio per le sue caratteristiche fuori dal comune. Via al riciclo di vecchi oggetti.

Usare un vecchio schedario

Ora che la maggior parte dei file sono digitali, gli schedari stanno diventando davvero vintage e fuori moda. Un’idea particolare dunque potrebbe essere quella di prendere un vecchio schedario e metterlo all’aperto. A questo punto lo si può usare per conservare i vasi. Questo rende molto più accattivante l’uso di uno schedario.

Molti schedari hanno già dei fori sul fondo di ogni cassetto. Se non ce ne sono, è facile farlo con piccoli trapani.

L’uso in giardino di Vasca da bagno e di lavandino

Vecchie vasche da bagno e lavandini sono sempre uno spasso quando vengono messi all’aperto. Soprattutto se al loro interno andiamo a decorare con bei fiori o frutta e verdura.

La vasca rappresenta sicuramente una dichiarazione di stile,soprattutto se si compone con delle tessere di mosaico. Sarà sicuramente un bel modo di aggiungere colore e personalità al proprio giardino. Oltre che essere tutto molto artistico.

E se usassimo un cestino?

A molti piace l’aspetto metallico di un cestino, o anche la stravaganza di un cestino di plastica colorato. Tutto ciò potrebbe davvero regalare un bell’aspetto in giardino. Questa sarebbe anche una grande opzione per piante con radici profonde come alberi e pomodori.

Certo, bisogna assicurarsi di praticare dei fori sul fondo del barattolo. Per aumentare il drenaggio, è bene impostare la lattina su una superficie elevata. Inoltre c’è da dire che, se si desidera impostare la lattina su cemento o erba, la si deve sollevare in qualche modo, ad esempio sopra alcuni mattoni.

Giardino: abbelliamolo con tostapane e altri elettrodomestici da cucina

Che ne pensate di frullatori pieni di piante? Idea bizzarra eppure il riciclo è piuttosto DK stile  È estremamente intelligente il modo in cui i lati lucidi in acciaio inossidabile del tostapane riflettono le varie piante circostanti nel giardino e i loro colori sorprendenti.

Probabilmente non è possibile invece adattarsi molto all’apertura del tostapane, ma questa è una grande opzione per tutte le piante rampicanti che crescono in fessure, come alcune specie simili ad alyssum e allalobelia.

E per finire, pneumatici usati

Volendo trasformarle in porta fiori è un modo favoloso di usare le vecchie gomme. Molti sono i grandi giardini che li posizionano non verniciati: in questo caso tuttavia il colore nero è molto deludente. Per non parlare di come le gomme bollenti diventano calde sotto il sole estivo.

Ma dipingerli in sfumature colorate e variopinte è una vera sorpresa per gli occhi. Il suggerimento è quello di verniciare le gomme in modo che corrispondano allo schema dei colori nel proprio cortile.

La manutenzione del nostro spazio all’aperto

Al di là di quanto appena detto, la manutenzione regolare e buona è la chiave. Non bisogna mai lasciare che le proprie piante raggiungano l’altezza desiderata prima di iniziare a tagliare; i migliori risultati derivano dal frequente passaggio di potatura della nuova crescita per incoraggiare la densità. Anche l’acqua regolare e la concimazione durante la stagione di crescita sono essenziali per il vigore. Idealmente, la nostra siepe sarà più stretta in alto e leggermente più in basso più in basso in modo che il fogliame più alto non oscuri il fondo.

Per aiuole e piante rigogliose, usare determinate specie coms Juniperus “Keteleeri”, Elaeagnus pungens, Acca Sellowiana(feijoa) o lilly-pilly (in alto a destra). I Podocarpus sono fantastici in situazioni di scarsa illuminazione e l’ Euphorbia tirucalli crea una siepe insolita, molto dura e succulenta.

Il faggio comune deciduo è sorprendente nei climi più freddi. La Schefflera nana è sottoutilizzata come una piccola siepe in climi privi di gelo. Il Teucrium crea una meravigliosa siepe d’argento ma, in realtà, nulla può battere Buxus come il classico bordo piccolo. Il tutto con questi contenitori bizzarri poc’anzi descritti, ideali per ogni tipologia di giardino.

Informazioni su Alessia D'Anna
Giurista, amante della scrittura, alla continua ricerca di stimoli e di nuovi argomenti da approfondire

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*