Seminterrato: guida ad un arredamento di stile

Tutti coloro che possiedono un seminterrato con molta probabilità vivono i medesimi problemi legati allo stile. Problemi che ineriscono non solo all’ordine, ma anche allo stile e al design per nulla alla moda.

Essi infatti, spesso tendono ad essere scuri, cupi e difficili da decorare. Ma con la giusta luce, i colori e l’attenzione per i dettagli, un seminterrato può diventare altrettanto bello, pari o anche più di qualsiasi altra stanza della nostra casa. Che esso abbia funzione da sala giochi, da ufficio, da camera da letto o da intero appartamento, basta seguire alcuni validi e semplici suggerimenti per creare una bellissima cantina.

Il problema della Luce

Un piano di illuminazione stratificato è di fondamentale importanza in un seminterrato. Soffitti bassi e poca luce naturale rendono la maggior parte degli scantinati scuri e il solo modo per contrastarlo è attraverso un’illuminazione adeguata. Si potrebbe inizialmente optare per delle plafoniere appropriate.

Si tratta di tipologie di luci basse che di solito funzionano meglio. Esse riescono infatti a dare luce anche al pavimento. Il che è un’opzione, soprattutto se i soffitti sono particolarmente bassi. Le plafoniere infatti irradiano il suolo in modo valido e prezioso.
Una volta che abbiamo le plafoniere, occorre prestare attenzione all’illuminazione ambientale. Utilizzare dunque un mix di lampade da tavolo, lampade da terra e appliques.

Se lo spazio lo consente è possibile anche appendere un ciondolo o un lampadario. Con molta probabilità non ci sarà sufficiente spazio al centro della stanza, ma se si ha una zona pranzo o un’isola dove non si corre il rischio che qualcuno urti con la sua testa, può essere questa un’idea in grado di creare una bella aggiunta.

La cura del Colore

La regola generale è che i colori chiari sono i migliori in un seminterrato. Tessuti, pavimenti e opere d’arte chiari e luminosi aiuteranno a sollevare uno scantinato buio e desolato, ma non sono le uniche opzioni. Si può di certo optare per quei colori più scuri purché si abbia sufficiente illuminazione da giocare diversamente con i contrasti.

Detto questo, non si dovrebbe comunque tendere alla scelta di un colore scuro sul soffitto. Una nuance tetra potrebbe rendere opprimente e pesante l’intera atmosfera della stanza. Una buona idea è sempre quella di utilizzare una tonalità più chiara del colore del muro o una versione di bianco sporco. In tal modo il soffitto sembrerà molto più alto. Il che è esattamente quello che vogliamo, dal momento che si tratta pur sempre di un seminterrato. In uno scantinato, l’intento resta quello di ingannare l’occhio e creare più altezza possibile.

Appendere opere d’arte alle pareti è un altro ottimo modo per incorporare colori e motivi in ​​un seminterrato. Prima dunque decidiamo il look che vogliamo e poi iniziamo ad arredare. Il tutto assicurandoci di non appendere la nostra opera troppo in alto. Tenerlo all’altezza degli occhi può creare l’illusione di una maggiore altezza sopra il pezzo.

La disposizione dell’arredo

La maggior parte della gente semplicemente rinuncia allo stile quando si tratta di seminterrato. Per cui l’ambiente appare come una discarica per mobili extra e altre cose che invece non si presentano in una casa ai piani superiori.

Se vogliamo che il seminterrato abbia un bell’aspetto, dobbiamo rispettare le stesse regole del piano di sopra e disporre gli articoli in modo appropriato. Considerare il flusso di traffico e creare aree di conversazione.

La scelta della Pavimentazione

Quando si tratta di pavimenti nel seminterrato c’è una cosa molto importante da considerare: l’umidità. Non importa dove viviamo: ci sono buone possibilità che il nostro seminterrato sia un po ‘umido. Questo è il motivo per cui in genere non si consiglia di utilizzare  pavimenti in legno.

L’umidità può causarne l’espansione e la deformazione. Per ottenere il look desiderato senza la preoccupazione, optare per pavimenti in laminato o ingegnerizzato. Ci sono molte grandi opzioni che sembrano altrettanto buone come il legno duro. Qualunque sia la pavimentazione che scegliamo (che sia in vinile, in laminato, in piastrelle, ecc.), applicarla su tutto il  seminterrato, anche in stanze diverse.

La continuità farà apparire lo spazio più grande. Ogni volta che si modifica la pavimentazione, si crea una rottura visiva e fa apparire uno spazio leggermente ingombrante. Se si desidera aggiungere un po’ di colore e motivo utilizzare tappeti o  tessere moquette. Il tappeto da parete non è mai una buona idea in un seminterrato a causa dell’umidità.

Trattamenti per finestre

Le finestre del seminterrato potrebbero essere troppo piccole, ma sono di fondamentale importanza quanto le finestre di qualsiasi altra stanza. Gli accessori per finestre in tessuto sono sempre fantastici e possono essere un elemento decorativo fondamentale per dare in tocco in più.

Tuttavia, se si desidera massimizzare la luce mantenendo la privacy ci sono alcune opzioni. Aziende di tappezzeria molto rinomate (cosi come artigiani in atelier) realizzano solidi trattamenti per finestre che consentono alla luce di filtrare, pur mantenendo la copertura tale per evitare che da fuori guardino dentro.

Pittura di mattoni

Qualcosa che si trova comunemente in alcuni tipi di seminterrati (in particolare quelli degli anni ’60 e ’70) potrebbe essere un vecchio camino in mattoni. A volte sono belle le funzionalità retrò, che possono essere lasciate così com’è, ma più comunemente se appaiono troppo datate e coperte fuliggine.

Per alleggerire notevolmente l’aria troppo vintage, si può dipingere il mattone. Alcune persone sono contrarie all’idea di dipingere i mattoni, ma non serve a nulla avere un complemento in casa che non può essere pulito e che fa perdere l’atmosfera a tutta la stanza. Per cui viva la modernità con particolari colorati.

Informazioni su Alessia D'Anna
Giurista, amante della scrittura, alla continua ricerca di stimoli e di nuovi argomenti da approfondire

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*